artista

Nasce ad Asiago, e dopo il liceo artistico decide di trasferirsi a Venezia per laurearsi all’Accademia di Belle Arti: l’impatto con la città è così forte e magico che decide di stabilirvisi definitivamente una volta terminati gli studi. Dal natio Altopiano eredita però un interesse profondo per la ceramica, produzione raffinatissima della vicina Nove (Bassano del Grappa), che la porta ad avvicinarsi a questo materiale difficile ma pieno di potenzialità, grazie l’aiuto anche di alcuni locali maestri ceramisti. Da subito si concentra su vasellame ottenuto con la tecnica del colaggio, su cui interviene in modo creativo attraverso un’attenzione particolare agli smalti e alle possibilità di incisione o mascherini; il risultato è duplice, da un lato una serie di oggetti in un divertente colour block, dal taglio deciso e al contempo leggero, e dall’altro una produzione più delicata, con motivi spesso floreali declinati sia in maniera minimalista che decisamente romantica.
Capitolo a parte sono le creazioni dedicate all’amatissima Venezia, dal vasellame alle stampe, opere declinate di volta in volta in modo sognante o divertito, con un utilizzo sempre diverso del collage di molteplici materiali.